Uomo – Donna, sul lavoro tanta differenza

pubblicato in: Lavoro online | 0

E’ stato dimostrato più volte che in ambito lavorativo, ma anche decisionale, tra uomo e donna non c’è poi così tanto divario, anzi in alcuni casi le donne sono soprattutto superiori, basti pensare a quante di loro si buttano su progetti imprenditoriali e quanto impegno e determinazione mostrano in tutto ciò che fanno.

In campo economico, però, purtroppo il divario si fa sentire, le donne sono ancora svantaggiate, proprio perchè nei loro confronti vi è una discriminazione lavorativa, soprattutto per determinate mansioni.

Si tratta di un dato che non aiuta certamente, basti pensare che secondo alcune statistiche, per impiego femminile in campo economico, l’Italia si trova al 101° posto rispetto ai 135 paesi, quindi, si può chiaramente dire che avanti alla nostra bella Italia, ci siano ben 100 paesi, dove sul posto di lavoro, fra uomo e donna non ci sono chissà che grandi differenze e per quest’ultime, far carriera non è certamente un sogno, ma una possibilità concreta.

Tra i paesi che si mettono più in mostra troviamo sicuramente la Svezia, la Finlandia, la Norvegia, beh lì il divario è proprio inesistente, anzi, la donna da anni si fa notare per le sue capacità a 360°, le donne sono molto emancipate e sicuramente è un bene anche per l’economia, proprio perchè serve una giusta competizione di idee sul lavoro, per poter risolvere alcuni problemi e per riuscire a proporre novità di sicuro interesse.

Naturalmente di tutto ciò si è parlato anche nel convegno ‘Donne al lavoro tre mosse vincenti’, dove a tener banco sono le pari opportunità, i nuovi modelli organizzativi e la conciliazione dei tempi. In tale convegno, sono emersi tanti punti interessanti, un ulteriore esempio viene dimostrato dai dati Insp, che vanno ad evidenziare, come nel nostro paese, solo una piccolissima parte della nostra forza lavoro è rappresentata da donne e per ben più dell’80% esse rappresentano lavoratori a tempo parziale.

Insomma, che il nostro paese non sia in una condizione ottimale lo sapevamo, però bisogna chiedersi il perchè di tale disparità, infondo abbiamo bisogno di riemergere, di idee nuove, che ci possano lanciare nuovamente sul mercato e che riescano a farci uscire dalla crisi. Le donne col tempo hanno dimostrato sicuramente di essere all’altezza di tante mansioni, non manca il senso organizzativo e non mancano le idee, bisogna lavorare proprio su questo, perchè sul lavoro non ci dovrebbe essere discriminazione, ma una buona, sana e giusta competizione di idee tra uomo e donna, un vero e proprio motivo di confronto tra le due parti, che potrebbe dar vita a qualcosa che possa solo fare un gran bene per il nostro paese.