Rifarsi una vita lavorando online, ma cosa posso fare?

pubblicato in: Lavoro online | 0

Sono in molti ad aver perso il lavoro nell’ultimo anno, sono davvero in molti che ci hanno scritto per dei consigli per cosa poter fare online per guadagnare qualcosa.

Mettiamo in chiaro da subito il concetto di base: nella realtà con il termine “lavorare online” non significa che una persona apre un computer e si mette a lavorare per qualcuno, che indipendentemente da tutto si trova un lavoro e quello che è scritto nella classica email spam “guadagna 3000 euro lavorando 5 giorni” sia vero.

Lavorare online significa per lo più avviare un’attività, offrire servizi come ditta individuale, insomma offrire la propria esperienza a qualcuno.

 

Mettiamo le cose ancora più in chiaro:

  1. Avendo fatto la commessa per 10 anni, che esperienza avete da offrire? Nessuna.
  2. Non tutti sono tagliati per questi tipi di lavori, spesso ti obbligano a stare davanti al pc ed avere un elevato grado di autonomia (sia nel saper gestire il proprio lavoro che la vita sociale).
  3. Lo stress non è poco, insieme alla possibilità di guadagno si avranno responsabilità, iva e burocrazie.
  4. Il guadagno fisso non c’è, c’è possibilità di guadagnare quanto si vuole, a patto che si sappia farlo.

 

E questi sarebbero consigli?

I migliori secondo me per il 90% delle persone che mi hanno scritto, le quali credono che sia un gioco, senza capire che è imprenditoria vera e propria.

Tutti hanno le stesse possibilità, ma serve impegno e conoscenza di quello che si fa.

Se tu non vuoi aprire una partita iva, non c’è niente che tu possa fare come lavoro (lavoro serio e non “scrivere un articolo a 0.50 euro”) in Italia.

 

I passi da seguire per chi si avvicina al mondo del lavoro online:

  1. capire bene l’obiettivo, valuta i siti di chi farebbe lo stesso lavoro tuo per capire se è atuabile, i guadagni e le spese, inoltre importante anche il tempo di apprendimento
  2. punta basso, hai semrpe tempo per migliorare, non voler far il programmatore se non sai nient’altro che andare in facebook, valuta cos’è possibile fare con facebook piuttosto
  3. impara, sperimenta e divertiti prima di voler fare un salto troppo alto.. spesso le persone sbagliano proprio il traguardo perchè non conoscono la vita reale con questo lavoro.

 

Quali sono i “goals” per l’utente medio per lavorare online?

  • sicuramente il lavoro possibile per molti è quella di gestire i social, ad esempio l’ex commessa di 40 anni, deve imparare, studiare ed applicarsi, ma è un lavoro ben richiesto: goal finale social media menager, anche come lavoro da fare come dipendente
  • copywriter, possibile per tutti, ma attualmente in fase di crisi visto anche l’enorme giro d’affari per i ragazzi che si svendono
  • gestori blog, pagine aziendali e simili per le aziende, ad esempio lavori ibridi, come tenere aggiornato il sito aziendale e fare dei lavori da segretaria
  • avviare il proprio sito, la propria idea, ma bisogna o affidarsi a qualcuno o avere delle conoscenze mediamente sufficienti
  • offrire il servizio che si faceva prima online: contabilità, assistenza, ecc.

 

Rifarsi una vita lavorando online è possibile? Si, ma non è cosa banale.

Spesso serve anche un bell’investimento, almeno la quantità necessaria per vivere un anno senza uno stipendio.

 

Hai mai valutato se no di cambiare paese? Guarda in australia la lista delle occupazioni più richieste, cosi solo per curiosità http://www.immi.gov.au/Work/Pages/skilled-occupations-lists/sol.aspx

Spesso l’esperienza in certi lavori che qui non valgono molto, lavori che non pensereste mai sono invece molto richiesti altrove. E ben pagati.