Post pubblicitari su siti e blog

pubblicato in: Notizie | 4

In passato comprare un link su un sito era una pratica efficace e diffusa,
ma ora è sbagliato e penalizzato da google, che al momento prevede controlli automatici per verificarlo (con molto probabili penalizzazioni nelle serp), oltre che una form per segnalare la compra vendita di link (alquanto vergognoso a mio parere).

Per evitare questo, un buon metodo per farsi pubblicità seriamente e legittimamente, è quella di mirare agli utenti e non più alla scalata dei motori di ricerca: è utile sfruttare l’affidabilità di terzi, chiedendo di poter recensire il proprio servizio.

Un meccanismo di pubblicità molto utilizzato e molto efficiente per fare pubblicità ad un prodotto o ad un nuovo servizio in internet è quello di farsi pubblicità con blog o siti autorevoli insomma, questo porta a discreti vantaggi per entrambi:

  • Il blogger può ricevere un compenso di denaro per il lavoro svolto e per la pubblicità fatta in base al numero di utenti, visite e il valore (sulle serp e sulla mente degli utenti) passato al servizio recensito
  • Il servizio recensito avrà delle visite dall’articolo sia nel presente che nel futuro
  • Il blogger ha nuovo contenuto, permettendo per un giorno di non dover trovare nuovi argomenti
  • Il servizio riceve dei link da un sito autorevole, facendo pendere parecchio la bilancia nel posizionamento per una parola  decisa dall’acquirente stesso
  • Il blogger può chiedere uno scambio di articoli per innalzare anche la bilancia per un suo nuovo progetto
  • Il servizio mira al suo stesso targhet (si compra solo ciò che si vuole), mira e ottiene nuovi utenti per quel tema, facendo aumentare la credibilità anche dai motori di ricerca
  • Comprare link è sbagliato(… per google), invece la pubblicità attraverso recensioni è il modello del mercato odierno: giusta e dispendiosa, ma molto efficiente!
  • Il sistema è veritiero, un blogger autorevole non consentirebbe mai di recensire positivamente una cosa per lui non apprezzabile.

 

Buona giornata a tutti!

  • Comprare e vendere link è un modo semplice e veloce di guadagnare soldi, molti ci “campano” come con adsense, solo perchè google penalizza questo strumento non vedo perchè bisogna definirlo vergognoso.

    Google logicamente essendo il primo fornitore di pubblicità on-line cerca di bloccare un altro tipo di pubblicità che può togliere fette di mercato allo strumento adwords.

  • davide

    Si, la compravendita di link è una tra le pratiche per monetizzare un minimo il proprio sito che si fa da molto molto tempo, cosa normalissima ed anche quasi indispensabile per avviare un sito o un servizio velocemente.

    Questo lo sa anche google, le loro dichiarazioni: http://www.google.com/support/webmasters/bin/answer.py?answer=66736&topic=8524

    La cosa che reputo vergognosa non è di certo il comprare o vendere link, ma è la form di segnalazione presente nel webmaster tool di google (https://www.google.com/webmasters/tools/paidlinks) un vero schifo dal mio punto di vista, sia che google l’abbia fatto sia sopratutto che qualcuno lo faccia(aggiungerei spesso solo per penalizzare concorrenti).

    In sostanza per me google ha fatto un arma a doppio taglio, un po’ come da noi i locali notturni che si mandano la polizia a vicenda, quando gli interventi di questi servirebbero a ben altro (e qua nel veneto capita proprio spesso)

  • davide

    ps:ho sbagliato parole, per “arma” a doppio taglio si potrebbe intendere qualcosa di legittimo, come hai detto tu il fatto che google abbia secondi fini non lo rende di certo legittimo 😉