Le regole da seguire per aprire un’attività – prima parte

pubblicato in: Lavoro online | 0

Introduzione:

Ci sono investimenti e studi da affrontare, queste sono le regole e per farmi capire vi porto degli esempi.

Io sono un programmatore, sto tastando il terreno ora in questo campo, ma sono anni ormai che ci saltello osservando ed imparando.
Un buon esempio che vi porto è sullo sviluppo di applicazioni; ormai so molti linguaggi di programmazione e ho comprovate esperienze nel settore, quindi il primo esempio sono io, potrei far qualcosa di mio?

Secondo esempio per spiegare il primo: un’agenzia di sviluppo siti web, è un buon lavoro?
Ha guadagno?
Ha margine?

Il mercato in questo settore è saturo, c’è stato e c’è ancora un grande boom per tutte le aziende o agenzie che si sono fatte fare un sito, incuranti della spesa e se servisse o meno, ma ormai il cerchio si sta chiudendo, i prezzi scendono vertiginosamente, la classe di imprenditori ormai sta cambiando verso una classe di più giovani che conoscono bene internet e non si fanno più ingannare.

Come se non bastasse il lavoro stesso non porta più grandi guadagni, basti vedere la concorrenza di giovani sviluppatori che per farsi un portfolio si svendono in giro per la rete: perchè scegliere un lavoro che fa prendere la giornata incuranti della sicurezza dell’investimento monetario e personale?

Salvo particolari strategie non porta a niente, finita la richiesta di lavoro finisce anche il rendimento e si chiude.

Torno al primo esempio e lo sviluppo: mi fermo a riflettere e penso a cosa voler  fare con le mie conoscenze.

Pianificare e cercare il mio mercato, lo sviluppo di software è solo un modo di lavorare, come lo sviluppo di applicazioni web, la vera imprenditoria come ho detto all’inizio è il saper investire. Innanzitutto io devo investire per conoscere il mercato, devo lavorare per conoscere le forme di guadagno.


Potrei aprire un’agenzia di sviluppo applicazioni web?

Possibile se si studia il settore e se si ha una idea buona e la fermezza nelle proprie azioni di poterla portare avanti.
Adesso vediamo come fare: Le regole da seguire per aprire un’attività – parte seconda – brainstorming