La ricerca di lavoro a Londra

Oramai è primavera, l’ estate è sempre più vicina, e se sognate di fare un’esperienza di lavoro all’estero, magari a Londra ( meta da sogno per i giovani di tutta Europa ) direi che è giunta l’ora di raccogliere informazioni utili.

Questa guida vuole fornirvi informazioni essenziali, dritte a titolo gratuito, consigli pratici atti all’ inserimento  nel mercato del lavoro londinese.

Purtroppo gli effetti della crisi finanziaria  hanno avuto eco anche in una città come Londra.

Fino a qualche anno fa era veramente semplice trovare lavoro nella City.

Il tempo d’attesa massimo per trovare lavoro a Londra  oggi si assesta intorno alle 2-3 settimane, un tempo d’attesa enorme confrontato all’ attesa di soli 2-3 giorni di appena un anno fa.

Ovviamente chi ha intenzione di tuffarsi in questo tipo di esperienza deve sapere che occorre essere motivati e predisposti al lavoro ,altrimenti farebbe meglio a non lasciare l’ Italia oppure limitarsi a visitare la città concedendosi una bella vacanza ammirando le bellezze della National Gallery,il Big Ben o Trafalgar Square.

Una volta giunti a Londra l’ unica certezza che avrete sarà nel fatto che trovare lavoro qui è molto più semplice che in Italia, la burocrazia non è lenta e farraginosa come nel belpaese.

L’adattamento agli usi e costumi e ai ritmi inglesi sarà il primo passo per gli aspiranti lavoratori.

Per loro ( e nostra ) fortuna l’economia inglese è alla perpetua ricerca di impiegati e personale nei campi più disparati, nella capitale inglese,  crisi o non crisi, i tassi di disoccupazione sono vicini ai minimi storici del 75, insomma su Londra si può sempre contare.

Entriamo più nel dettaglio e vediamo quali sono i lavori appetibili per i ragazzi che partono dall’ Italia carichi di speranze e desiderosi di fare nuove esperienze di vita.

Le guide e i consigli per lavorare a Londra

URLTitoloDescrizione
Lavori a LondraLavori a LondraLista dei lavori più ricercati a Londra che sono possibili con competenze basilari
Titoli di studio a LondraTitoli di studioRiconoscimenti titoli di studio a Londra
Far carriera a Londra senza laureaFar carriera a Londra senza laureaFar carriera a Londra senza laurea
National Insurance NumberNational Insurance NumberNational Insurance Number
Sopravivere a LondraSopravivere a Londradritte e consigli che possono permettervi di risparmiare un mucchio di soldi e di evitare di finire nella rete di malintenzionati e truffatori
Come prepararsi all'assunzione / LondraCome prepararsi all'assunzione / LondraCome prepararsi all'assunzione / Londra
Aprire conto corrente a LondraAprire conto corrente a LondraAprire conto corrente a Londra
Emergenze e numeri utili / londraEmergenze e numeri utili / londraEmergenze e numeri utili / londra

Superfluo dire che la vostra posizione lavorativa è strettamente connessa al vostro grado di conoscenza della lingua inglese.

Se il  vostro grado di conoscenza della lingua inglese non è dei migliori di certo non potrete aspirare ad un lavoro da impiegato in ufficio anche se disponete di un solido bagaglio culturale e di studi.

Un corso d’inglese quindi potrebbe essere il primo investimento giusto da fare che non solo vi permetterà di guadagnare uno stipendio migliore offrendovi un posto di lavoro maggiormente qualificato ma anche di avere un’ integrazione più celere nella società londinese.

Ottimi corsi si tengono alla Callan School, una scuola d’ inglese che vi consentirà di apprendere l’inglese in 1/4 del tempo previsto presso le scuole tradizionali ( tali statistiche non sono frutto di una faziosa interpretazione personale ma il risultato ottenuto da specifici studi di settori e accurate analisi) alla Callan School  avrete modo di incontrare persone di ogni parte del mondo in modo da ottenere  utili suggerimenti sul “come muoversi”  da ragazzi/e che hanno già una certa esperienza e dimistichezza con la realtà londinese dato che si trovano a Londra già da un bel pò, ragazzi/e che sicuramente come voi sono partiti dal loro paese carichi di speranze e sono incorsi nelle  vostre stesse problematiche, problematiche riguardanti la lingua inglese e accomunati a voi dal medesimo obbiettivo, la ricerca di un lavoro.

Alla Callan School mediante un celebre metodo mnemonico gli insegnanti si preoccupano prevalentemente di migliorare la vostra comunicazione mediante la conoscenza della grammatica ma soprattutto del linguaggio quotidiano e necessario per interfacciarsi con le esigenze relazionali di tutti coloro che ambiscono ad un repentino ingresso nelle relazioni sociali (e lavorative) della City.

Apprese le basi necessarie della lingua inglese sarà per voi più semplice ambire a lavori meglio retribuiti e più gratificanti, senza contare che l’ Inglese imparato durante la vostra esperienza accrediterà le vostre credenziali anche in Italia qualunque sia la professione che avete intenzione di svolgere.

Nel mondo moderno non conoscere l’inglese equivale ad essere tagliati fuori da molti settori lavorativi.

Vediamo ora di seguire delle semplici regole, dritte,
consigli che potrebbero consentirci di trovare impiego,
vediamone qualcuna:

  1. E’ fondamentale redigere  un curriculum vitae in lingua inglese ( breve e sintetico) ; abbigliarsi in modo appropriato al tipo di impiego per il quale si ci proporrà al colloquio;  dimostrare voglia di fare e sicurezza; prepararsi a rispondere alle eventuali domande del vostro datore di lavoro riguardo esperienze pregresse ,vostri interessi, aspirazioni, etc.
  2. Un’ altro aspetto imprescindibile è aprire un conto bancario inglese, l’ unico modo per vedersi accreditato lo stipendio (generalmente lo stipendio è a cadenza settimanale ma è possibile anche essere pagati mensilmente).
  3. Siate sempre realisti sulle vostre potenzialità e possibilità.
    Purtroppo nonostante un inglese eccellente, persone qualificate e con profili professionali di alto livello finiscono col limitarsi  esclusivamente al catering (ristorazione) perdono interessanti opportunità lavorative.
  4. Se non avete molta esperienza la gavetta come camerieri, addetti sala, assistenti cuoco è obbligata.
    Pizzerie, locali notturni, pub, ristoranti non mancano di certo, ma vi consiglio di intendere questo tipo di lavori  solo come una meta di passaggio per fare esperienza e formarvi per  poi ambire a professioni ben più importanti.
  5. Se pur avete la disponibilità economica di trascorrere un lungo periodo a Londra senza lavorare dedicandovi esclusivamente  allo studio della lingua, vi consiglio di cimentarvi ugualmente in un’attività lavorativa. Frequentare contesti lavorativi migliora il vostro inglese e vi mette a contatto con persone che potrebbero rivelarsi fondamentali per la vostra carriera professionale. Assodato ciò rimboccatevi le maniche e preparatevi ad affrontare i lavori più umili,le soddisfazioni arriveranno col tempo ( e col duro lavoro).
  6. Nel cercare lavoro ricordatevi dell’ esistenza dei Job Centre governativi ( paragonabili ai nostri Informagiovani locali ma molto più performanti) attivi in diverse zone della città ( non faticherete di certo a trovarli). I Job Centre sono del tutto gratuiti ed il loro compito consiste nel tenere una banca dati con offerte di lavoro di ogni genere in modo da favorire l’ occupazione grazie all’ incontro tra domanda ed offerta.
  7. Provate anche con internet, spedite i vostri curriculum dall’ Italia prima di partire, assolutamente da provare Careerxpress.com ( un sito estremamente efficiente anche se purtroppo non fornisce i suoi servizi gratuitamente) tuttavia pare essere un buon investimento in relazione ai servizi offerti.
    In alternativa potete provare con i seguenti link 

    • Indeed software jobs  http://www.indeed.co.uk/R-D-Software-Engineer-jobs-in-Beechwood-ED-NP19
    • Breechwood software jobs  http://www.beechwoodrecruit.com/
    • Job Oasis http://www.joboasis.co.uk/
    • Ashley Stewart http://www.ashleystewart.co.uk/
    • Secretarial bilingual http://www.clearlysecretarialjobs.co.uk/secsearch-25-bilingual.html
    • Antal International http://www.antal.com/
    • Eurolondon http://www.eurolondon.com/content_static/home.asp
    • Freedom Recruit  http://www.freedomrecruit.com/
    • Blue Arrow http://www.bluearrow.co.uk/Homepage.aspx
    • Jam Staffing  (Hotel e Catering ) http://www.jamstaffing.com/
    • Mise en Place (Catering) http://www.miseenplace.co.uk/
    • Leisure Sport Job (Palestra e Sport) http://www.sportsweb.com/
    • Abbey Recruit (Catering e Hotel)  http://www.abbeyrecruitment.co.uk/
    • Multilingual http://www.multilingualvacancies.com/agency.php
    • Modis international http://www.modisintl.com/
    • EMR Marketing http://www.emrrecruitment.co.uk/
    • CD Construction Edilizia http://www.cdsr.com/construction-sales/
    • Elan Computing http://www.elanit.com/imm/default.aspx?page=374
    • Rullion http://www.rullion.co.uk/wps/wcm/connect/Web2006/main/rcp/
    • Octopus http://www.octopus.net.uk/Onrec http://www.onrec.com/news/recruitment_entrepreneurs_buy_back_direc
    • Job Search http://www.jobsearch.co.uk/
    • STS Recruitment  http://www.stsrecruitment.com/
    • Bar Zone http://www.barzone.co.uk/
  8. Vi consiglio di percorrere anche la strada delle agenzie private, anche qui troverete Adecco, Man Power, agenzie locali come CoRecruitment e Jobs Pilot, sono quasi tutte gratuite, interamente gratis.
    Non dovrete fare altro che presentarvi, sottoporvi ad un’intervista e lasciare loro un curriculum ( superfluo dire che il curriculum deve essere in inglese).
    E’ consigliabile visitare i loro siti ufficiali e spedire il curriculum prima della vostra partenza per Londra,dando anche una disponibilità immediata.
    Le agenzie di lavoro interinale sono consigliate a chi ha una buona conoscenza dell’ inglese ma tuttavia potrebbero essere utili anche se avete una minore dimestichezza con la lingua dato che anche le agenzie private unitamente ai già citati Job Centre si occupano di reperire personale stagionale nei settore alberghiero, della ristorazione e del catering.
    Evitate di ricorrere ad agenzie a pagamento per trovare lavori da Burger King o in un ristorante italiano, questo tipo di lavori ve li può procacciare con facilità e del tutto gratis  uno Job Centre o potete trovarli voi medesimi.

Qualcuno di voi magari ha l’esigenza di trovare un lavoro a Londra per sole 3 settimane o 1 mese, in questo caso vi consiglierei di optare per il volantinaggio.

Se sono queste le vostre esigenze evitate i Job Centre, non potranno esservi d’aiuto in tal senso, nel presentarvi nei vari pub, ristoranti e fast food evitate di specificare che rimarrete per un periodo cosi breve poichè rischiate di non essere presi minimamente sul serio ( e in considerazione).

Girate per la città chiedendo dei vari Pizza Hut, Mac Donald, Starbucks e ricordatevi che generalmente la paga arriva dopo 14 giorni, quindi calcolate bene di quanto avete denaro avete bisogno prima di partire dall’ Italia.

Agenzie Italiane a Londra

Per chi non se la sentisse di trovarsi un lavoro autonomamente  è possibile ottenere  un supporto da parte delle agenzie italiane (a fronte di un corrispettivo economico, commissione d’agenzia).

Una pratica sconsigliabile, dato che solitamente, verserete del denaro per ottenere dei semplici lavoretti che avreste potuto rimediare autonomamente ( le commissioni di agenzie sono tutt’altro che economiche ci sono persone che pagano anche 300 euro per un semplice lavoretto di 2 settimane, un furto).

Inoltre ricordate che in Gran Bretagna offrire lavoro a seguito di un compenso è illegale, le agenzie professionali si fanno pagare dal datore di lavoro e mai dal lavoratore.

E’ poi bene sapere che chiunque autonomamente può spuntare una paga migliore rispetto a quella ricevuta se spediti a lavoro da terzi.Se adoperate un’agenzia seria sarà il datore di lavoro ad avere versato un compenso all’ agenzia e pertanto è molto probabile che ammortizzi l’ investimento decurtando parte della vostra paga.

Questa accortezza ovviamente non vale per i Job Center che essendo uffici pubblici non ricevono alcuna commissione sulla collaborazione tra voi ed il vostro datore di lavoro e pertanto non hanno alcuna finalità di lucro.

National Insurance Number Card  – METTERSI IN REGOLA CON I CONTRIBUTI PREVIDENZIALI E L’ASSISTENZA SANITARIA

Una volta trovato un lavoro è importante essere in regola. Sono poche le cose da tenere bene in mente:

l’ Insurance Number Card non è altro che una sorta di codice fiscale inglese, solo cosi sarete in regola in termini di legge e potrete godere dei medesimi diritti di un cittadino inglese.

Una volta giunti in un qualunque Job Centre per farvi inserire nelle loro banche dati, fatevi dire dove è ubicato il Dss (sigla che sta per Department of Social Security) o il Tax office a voi più vicino.

Mi raccomando di presentarvi con una carta di identità e un certificato che attesti il luogo di residenza.Giunti al Tax office o al Dss vi rilasceranno un numero temporaneo che dovrete comunicare al vostro datore di lavoro.

Dopo 4-5 giorni vi spediranno a casa una carta plastificata, il procedimento è un pò complesso ma tuttavia è necessario per essere in regola.

L ‘ Insurance Number Card vi permette di avere dei diritti a livello sanitario e pensionistico, il numero che vi verrà rilasciato è indispensabile per poter usufruire di visite mediche e per richiedere il sussidio di inoccupazione ( o disoccupazione che dir si voglia) se rimanete senza lavoro per un periodo superiore ai 6 mesi.

Attenzione :

Evitate di dare soldi ad un’agenzia italiane per ottenere il Nin, spesso si sente di agenzie italiane che si sono fatte pagare anche 50 euro per Insurance Number Card, si tratta di una vera e propria truffa e nessuno può rilasciarvelo se non un ufficio inglese abilitato.

Le tasse

Ad ognuno di voi verrà assegnato un tax code che determina quale sarà la percentuale di tasse da versare ( ovviamente la percentuale è proporzionale ai guadagni).

La parte di stipendio soggetta a tassazione viene suddivisa in fasce ed entro le 4,700 sterline non è soggetta a tassazione, dopodichè le tasse salgono al 24% fino a giungere ad un massimo del 40% per gli emolumenti più corposi.

Al primo stipendio unitamente alla busta paga troverete un tax code (codice) , rappresentato da una lettera dell’ alfabeto a cui seguono 3 cifre, se aggiungete uno zero a tale cifra capirete che quella rappresenta la cifra iniziale su cui non pagherete le tasse per quell’ anno.

Quindi per ipotesi il codice L440 significherà che non verserete le tasse sulle prime 4,400 sterline guadagnate.

L’ anno finanziario inglese ha inizio il 5 Aprile, trascorsi 30 giorni da tale data vi sarà recapitato presso il vostro domicilio il P60, che riassumerà tutte le tasse da voi corrisposte durante il precedente anno finanziario ( se ciò è avvenuto).

Nel caso abbiate pagato un quantitativo di tasse maggiore di quanto dovuto riceverete un rimborso, la differenza tra quanto avete versato e quanto era realmente dovuto al fisco inglese.

Gli studenti non sono soggetti a tassazione ma dovranno compilare preventivamente un modulo denominato P38 e saranno obbligati a lavorare esclusivamente part – time (sarebbe a dire per un periodo che non supera le 24 ore settimanali).

Ricordatevi che il vostro datore di lavoro deve farvi compilare il P46, se ciò non avviene riceverete d’ufficio un codice d’emergenza (Br), tale codice comporta il versamento delle tasse in una percentuale pari al 33%.

Se lasciate il lavoro siete tenuti a farvi rilasciare il modulo P45 che riassume le tasse versate con quel determinato datore di lavoro e vi assicurerà di non avere il codice di emergenza nel prossimo lavoro che andrete a sostenere ( vi sarà utile anche per richiedere indietro le tasse e versare i contributi in Italia).

In sintesi i moduli di lavoro da conoscere assolutamente sono :

P38  Riservato agli studenti che svolgono un lavoro part-time e desiderano l’esenzione dal versamento dei contributi

P45   Rilasciato dal datore di lavoro al termine dell’ impiego o quando lascerete l’ Inghilterra, il suddetto modulo riassume tutte le tasse versate fino a quel periodo.

P46 Da compilare dopo la prima assunzione in terra inglese .

P60 si riceverà al termine di ogni anno fiscale ( in Inghilterra è in Aprile) e riassume tutti i contributi versati durante il periodo.

Per scaricare i moduli (formato pdf è necessario acrobat reader) seguite questi link

http://www.londraweb.com/p38s-03.pdf
http://www.londraweb.com/p45.pdf
http://www.londraweb.com/p46.pdf
http://www.londraweb.com/p60(lp)_(03-04).pdf

Vacanze / Ferie

Generalmente i giorni di ferie oscillano tra i 20 ed i 25 (eccetto quelli previsti per pubblica chiusura i cosidetti Bank Holidays, denominati cosi perchè in questo lasso di tempo vi è la chiusura di banche ed uffici).

Tenete bene in mente che nessun datore di lavoro può obbligarvi a lavorare per più di 48 ore settimanali.Non stupitevi se all’ inizio verserete molte tasse poichè vi trovate in regime di “emergency tax”, la cosa è temporanea e serve a coprire le eventuali spese sanitarie e problematiche dovute alla vostra permanenza sul suolo inglese.

Quando andrete via, se decidete di abbandonare il Regno Unito, ricordatevi di passare dal Tax Office per una verifica in modo da capire se avete o meno diritto ad una restituzione (totale o parziale) delle tasse fino ad allora sostenute:un bel gruzzoletto che tornerà sicuramente utile in Italia.

Considerazioni Finali

In sintesi pubblichiamo una sorta di 10 regole da seguire per non incorrere in brutte sorprese ed avere una piacevole esperienza lavorativa (o di studio) a Londra.

  1. Portate con voi soldi sufficienti per almeno un mese ( fate conto delle spese per il vitto, l’ alloggio, i trasporti ed eventualmente qualche svago).
  2. Partite dall’ Italia con tutta la documentazione in regola, curriculum vitae in formato europeo redatto in lingua Inglese, carta d’identità in corso, tessera sanitaria europea, eventualmente una carta di credito per qualunque emergenza ( consiglio Superflash, Genius Card che sono marcate Visa o Mastercard e  permettono di ricevere anche bonifici internazionali a fronte di un costo di soli 10 euro l’anno).
  3. Preparatevi ad affrontare un lavoro umile.
  4. Armatevi di consapevolezza e prendete coscienza delle problematiche da affrontare ( ricerca dell’ alloggio, burocrazia, lavoro, consolidamento dei rapporti sociali).
  5. Parlate, socializzate, è l’ unico modo di apprendere la lingua
  6. Clima, abitudini, cibo , tutto ben differente da quanto avviene in Italia.La cucina di mamma resterà una chimera, adattatevi.
  7. Siate liberi ed indipendenti lasciate stare mamma e papa, all’estero bisogna arrangiarsi
  8. Siete ospiti in terra straniera, pertanto comportatevi bene
  9. Armatevi di spirito d’adattamento, costanza, voglia di fare, siate intraprendenti
  10. Guardatevi in giro, chiedete e vi sarà dato, lavorate sodo ed otterrete eccellenti risultati.
  • Max

    Ciao, il sito Careerxpress.com non sembra funzionare.