Costi per articolisti ed i prezzi per le competenze specifiche

pubblicato in: Guadagno online, Lavoro online | 0

Domanda e offerta

Sul web ci sono opinioni discordanti da persona a persona, a seconda che sia chi offre o chi vende, dalle esperienze, ecc.

Partendo dal presupposto che ognuno stabilisce le proprie cifre, poi si rientra alle regole del mercato ed a un po’ di serietà, solo per dare un’idea dei prezzi da adottare riportiamo di seguito la tabella dei costi che noi utilizziamo tutt’ora.

E’ chiaro che se si sviluppano siti web e si ha bisogno di 500 testi al mese da 500 parole, il costo deve essere accessibile per l’azienda e anche per il writer poichè diventa una collaborazione duratura, con il tempo gli articoli vengono scritti più velocemente, con meno comunicazioni, con più precisione e con minor tempo.
Allo stesso modo l’affidabilità diventa un parametro che lega l’azienda all’articolista.

E’ chiaro poi che un esperto di campagne adwords, con capacità di creare oltre la campagna anche la landing page e magari qualche articolo su vari network con tecnica persuasive-copywriting .. viene assoldato come mercenario e deve avere un costo ben più alto.

E’ molto meno chiaro come si possa chiamare esperienza aver fatto una campagna con i 30 euro gratuiti di adwords per un sito amatoriale, aver 3 anni di esperienza senza aver referenze,  ecc.
E’ sempre meno chiaro come il 70% delle persone dichiara di saper scrivere contenuto orientato seo, ma non vengono richieste le parole chiave, non vengono ricercate, non vengono utilizzati grassetti e non si conosce la differenza tra tag html h1 e h2..
Addirittura alle mie prime esperienze di collaborazioni esterne mi è capitato di commissionare (con costi veramente alti) articoli specializzati, seo con chiavi specificate e persuasivi, con risultato di veder testi copiati da un libro cartaceo e con articoli ripubblicati su piattaforma wordpress con gli elenchi scritti con il simbolo “*” o “-” invece che con l’apposito tag html.

Potrei far lo stesso esempio per molte specialità, il mio consiglio è di offrire la base (come se fosse un periodo di prova) e solo dopo si valutano le competenze. Mai fidarsi di pagamenti anticipati. Mai fare acquisti superiori ai 300 euro senza un minimo di contratto scritto e firmato.

Con questa breve rinroduzione ho semplicemente voluto dire che la poca esperienza porta in inganno e conviene sempre stare cauti, di persone furbe ce ne sono parecchie ed è sempre difficile e dispendioso accorgersi dei problemi.
Freelancer fantoccio si riconoscono principalmente perchè comunicano in modo poco professionale (email poco seria, insicurezza nello svolgere il lavoro, perdita di tempo sulle cose basi, presentano una lista enorme di capacità senza dimostrarle) mentre freelancer che lavorano con serietà descrivono le proprie capacità in maniera concisa e mirata (non tante competenze ma poche e buone) eventualmente allegando un sito di presentazione con lavori eseguiti, successivamente comunicano quasi esclusivamente per segnalare milestones.

Prezzi medi per commissionare un lavoro all’articolista

Per questi prezzi c’è da tener presente che in un’azienda di norma un data entry full time riceve da 0.1 a 0.2 centesimi di euro a parola, in base al lavoro.
Online ci sono paroloni come web writer, copy wrirter, freelance, ecc. che permettono ad una persona senza nessuna esperienza di fissare prezzi molto più alti, ma questa realtà è limitata a giovani ragazzi che guadagnano qualcosa su qualche blog (e si sente difficilmente parlare di iva).

Prezzi di esempio per i lavori commissionati

  • Un prezzo base se compreso di iva è di 0.3 – 0.5 centesimi a parola
    Es: qualsiasi primo lavoro, persone appena selezionate, lavoro di data entry
  • Articoli senza necessità o senza competenze richieste di norma si commissionano a 0.5 cent a parola
    esempi: articoli flash news, articoli discorsivi banali
  • Articoli specializzati, richieste competenze laurea, lavoro o passione (comprovata da lavori reperibili online): aumento del prezzo base di 0.5 – 1 cent a parola
    esempi: stesura delle nostre guide
  • Articoli scritti seo friendly: aumento di 0.3 del prezzo base
    es: articolo nel quale viene comunicato il titolo e le chiavi da portare in primo piano (il seo di solito è base e mira ad aumentare il posizionamento di una sola parola)
  • Modifica articoli in modalità seo 0.5 a parola
    es: con articoli scritti e parole chiavi date, rendere seo frienly il testo (di solito si devono modificare articoli scritti in passato analizzando i dati)
  • Testo con capacità persuasive 1,5 cent a parola (o più, in base alle capacità ed esperienza della persona, di solito non si paga comunque a parola ma a commissione)
    di norma sono articoli non specializzati, ma legati strettamente alle alte capacità persuasive della persona che li scrive, di norma sono utilissime per landing page o campagne ppl

 

Per questi prezzi c’è da tener presente che:

  • sono rivolti a chi lavora con p.iva, se c’è da svolgere ritenuta d’acconto si deve scorporare l’iva
  • il 100% delle volte “seo” e “specializzato” si sono dimostrate non coesistere, spesso e volentieri serve una figura con competenze nell’argomento che scriva ed una figura secondaria che si occupi delle modifiche seo

Opinioni personali

Una conclusione personale che mi sento di inserire riguarda i molti lamenti che  si leggono in giro sui prezzi (in molti sul web si lamentano che se non si arriva ad un costo di 1 centesimo a parola allora c’è poca serietà), riguardo a questo vorrei scrivere due piccoli sfoghi personali:

Quando mi si presenta una persona con nome tipo “SatanaKeSKaPPa” e mi chiede quanto lo pago .. beh la risposta è ovvia.
Forse però non è ovvia proprio per tutti: mi è anche capitata una persona che, in maniera particolarmente insistente, ha insistito sul fatto che chi prima arriva ha diritto a scrivere, non capendo che non è un gioco a premi ed era del tutto fuori luogo.
Non so se è chiaro il concetto di chi si trova spesso realmente cercando manodopera online.

All’inizio tutte le persone che si trovano telematicamente non sono nessuno e potrebbero essere chiunque, io non posso controllarle, di conseguenza sono solo una spesa per me: il 90% fa malanni, dalla copia, al non rispettare i tempi, ecc.
Il controllo e la gestione è tempo perso per me, di solito perdo più tempo nel controllo che se no se le scrivessi tanto per far capire, ma è necessario insistere ed essere sempre più restrittivi per trovare quel 10% al quale, dopo vari mesi, ci si può affidare e porta veramente qualcosa di buono al tuo lavoro e, perchè no, anche per qualche risata assieme.